Home Prefazione Argomenti Mappa


In ricordo di Marina Grappa

In memoria di una persona eccezionale: Marina Grappa


Mia moglie, Marina Grappa

Ho vissuto assieme a mia moglie, Marina Grappa, per più di trent'anni e sapevo che era una persona fuori dal comune ma quanto fosse eccezionale l'ho scoperto solo dopo la sua morte quando, oltre alle tantissime manifestazioni d'affetto di chi l'aveva conosciuta o era stato da lei aiutato, ho casualmente ritrovato una sua stupenda lettera di commiato.

Stavo sfogliando la sua agenda, su cui annotava talvolta i suoi pensieri o le frasi che l'avevano colpita, per vedere se ve ne fosse una adatta ad essere riportata sul suo santino quando ho trovato un riferimento ad una lettera intitolata Il mio saluto e cercando poi sul pen drive dove salvava i dati del suo computer, l'ho ricuperata.

Si tratta di una lettera stupenda che è stata esposta al funerale di Marina ed è stata letta, in forma ridotta, durante la cerimonia funebre svoltasi nella chiesa di Bentivoglio.

Questa lettera ha commosso tutti coloro che l'hanno letta, comprese anche molte persone che non avevano mai conosciuto Marina e può quindi dare serenità a molti per cui la pubblico più sotto nella forma ridotta letta in chiesa dalla quale sono stati tolte le frasi più legate alla famiglia ed agli amici mentre qui si può accedere alla versione in formato stampabile.

Versione stampabile

Prossimamente ho intenzione di portare avanti, assieme a vari dei suoi amici, le iniziative, a favore dei più deboli, che essa stessa avrebbe voluto sviluppare e di far conoscere la sua storia. Qualcosa è già in corso ma di ciò se ne parlerà quando si sarà raggiunto (si spera) qualcuno dei risultati che Marina si poneva.

In attesa di ciò chi voglia farsi un'idea di Marina Grappa può leggere il bel ritratto di lei che è stato pubblicato, un mese dopo la sua morte, sul sito di PartecipaSalute [>>].

Fare un ritratto di Marina non è facile. Per me infatti scrivere una biografia significa raccogliere un insieme di fatti e di date mentre, per Marina, era descrivere una serie di sentimenti. Quando era ragazza, per un certo periodo, tenne un diario. Chi ora lo rilegga non vi troverà nomi o fatti precisi ma solo una serie di pensieri, ora tristi, ora allegri, su come si sentiva Marina in quel momento ed una serie di considerazioni sulla vita e su come vada il mondo.

Ho quindi preparato due diverse pagine, che aggiornerò nel tempo, che descrivono Marina in entrambi questi modi. La prima s'intitola Ritratto di Marina e contiene la biografia di Marina, basata anche sul curriculum vitae che lei stessa dovette preparare quando faceva parte del Comitato Etico dell'Asl di Bologna. La seconda s'intitola Scritti di Marina e contiene considerazioni di Marina su svariati argomenti ed anche sulla sua vita.

Dato che Marina scriveva i suoi pensieri dove capitava, la pagina con i suoi scritti conterrà, per ora, quelli che ho casualmente trovato qua e là. Col tempo spero di aggiornarla e di poter suddividere gli scritti secondo un ordine logico. Comunque volendo che questa pagina possa essere d'aiuto ad altri, ho selezionato quelli più ottimistici e cioè quelli che intravedono i raggi di sole che portano un po' di gioia anche nelle vite più difficili e travagliate.

 

La lettera di commiato

Lettera di commiato scritta da Marina Grappa


Tophost Copyright © Andrea Cavallari
Tutti i diritti sono riservati