Spazio per comunicazioni urgenti

Lingue straniere


Inglese

L'inglese è la lingua che ho studiato a scuola e che poi ho avuto più occasioni di usare. All'Università ho letto molti testi in inglese e per preparare la mia tesi ho usato solo articoli e testi inglesi. Perfino quei pochi che erano di autori italiani erano scritti in inglese!

Nel contempo ho viaggiato in lungo ed in largo per l'Europa parlando ovviamente inglese. Durante il periodo del militare ero ufficiale in un progetto interforze della Nato per cui ho avuto molti contatti con ufficiali di altre nazioni (specialmente americani ma anche francesi, inglesi e tedeschi) e con loro parlavo inglese.

Sul lavoro poi ho usato manuali che, quasi sempre erano in inglese, per cui di solito non facevo nemmeno caso in quale lingua fossero stati scritti, tant'è che, se subito dopo aver consultato un manuale, qualcuno mi avesse chiesto se era scritto in inglese o in italiano, non avrei saputo dirglielo.

Di occasioni di parlare inglese sul lavoro ne ho avute invece meno. Durante il periodo alla Smit mi capitava di parlare inglese nelle varie fiere, poi l'ho usato parecchio quando lavoravo all'Idroser dato che avevamo molti contatti con Delft Hydraulics (dove sono anche stato in trasferta per un progetto in comune) e con il Danish Hydraulic Institute (ora DHI).
In Arpa ho avuto meno occasioni di parlare inglese se non durante il progetto PASS quando sono anche stato a Bruxelles per una settimana e ad alcuni convegni a carattere internazionale.

Ovviamente durante le tante vacanze all'estero parlavo inglese sia quando sono stato in Inghilterra, Scozia e Galles, sia nelle altre nazioni europee, così come parlavo inglese con i nostri amici neozelandesi quando ci siamo incontrati in Svezia e quando poi andammo a trovarli in Nuova Zelanda.

Nonostante tutto ciò però non posso ancora dirmi fluent in inglese ma ciò dipende dalla mancanza di allenamento, visti i lunghi periodi durante i quali non ho occasione di dialogare in inglese. Non dubito però di poter migliorare molto rapidamente qualora debba usare continuamente questa lingua.

Tedesco

Ho inziato a studiare tedesco, per conto mio, nel 1988 quando pensavo di poter andare a lavorare all'estero ed avevo anche presentato una domanda di assunzione all'European Patent Office.
Allora però mi ero dedicato allo studio della grammatica e mi ero esercitato più che altro sulla lingua scritta con traduzioni dal tedesco all'italiano e viceversa. Avevo anche seguito un corso su cassette che però mi era servito solo per imparare delle frasi fatte.

Anni dopo ho ripreso, con molto impegno, lo studio del tedesco ed in particolare seguendo gli interessanti corsi della Deutsche Welle che si trovano in Internet. Questi corsi prevedono una serie di lezioni spiegate in varie lingue fra le quali, però, non è previsto l'italiano.
Ho quindi seguito in inglese i corsi di tedesco così, mentre studiavo il tedesco, ripassavo l'inglese. Ho fatto i primi due corsi ma non ho potuto ancora dedicarmi al corso di perfezionamento.

Spagnolo

Ho letto una grammatica spagnola ma non ho mai studiato questa lingua, però essendo stato molte volte in Spagna ed avendo talvolta ascoltato la radio spagnola, conosco, fra i vocaboli più comuni, quei pochi che sono completamente diversi dall'italiano, per cui, di solito riesco a capire abbastanza bene questa lingua.

Del resto se un italiano ascolta uno spagnolo che gli parli non troppo velocemente e con frasi brevi, è di solito in grado di capirlo, così come uno spagnolo è il grado di capire un italiano che gli parli in italiano.

Francese

Non ho mai studiato il francese ma avendo avuto amici francesi che parlavano solo il francese, sono in grado di capirlo un po' e, volendo, potrei perfezionarlo abbastanza in fretta.
In genere capisco abbastanza bene un testo scritto ed ho già letto svariati libri in francese.

Quello che per ora mi manca è la conoscenza delle regole del francese per cui non sono in grado di tradurre correttamente dall'italiano al francese.

Latino

A scuola ha studiato per moltissimi anni la lingua latina (dal 1960 al 1968). Da allora mi è capitato raramente di occuparmi di latino se non per aiutare mio figlio nei suoi studi o per le mie ricerche storiche.

Solo una volta, moltissimi anni fa, mi è capitato di provare a parlare in latino ed è stato per comunicare con degli studenti tedeschi che non sapevano l'inglese ma avevano studiato il latino.

Greco

Avendo frequentato il Liceo Classico ho studiato il greco antico a scuola. Ho iniziato il suo studio nel 1963 e l'ho terminato nel 1968.
Dopo la scuola non ho più avuto occasione di usare queste mie conoscenze se non per tradurre alcuni documenti che mi sono serviti per le mie ricerche sull'origine del cognome Cavallari.

Il greco moderno è abbastanza diverso da quello antico ma, avendo passato lunghe vacanze in Grecia, ho una minima infarinatura anche di questa lingua.

Arabo

Nel 1975/76 l'Università Popolare di Ferrara organizzò, per la prima volta, un corso di lingua araba. La cosa mi interessò parecchio e mi iscrissi frequentando alcune lezioni.
Purtroppo, all'inizio del 1976, ho dovuto sospendere la frequenza al corso perché mi sono trasferito a Modena per lavoro.

Ho ancora la grammatica ed il sillabario arabo e mi sarebbe piaciuto riprendere a studiarli ma ho sempre avuto cose più urgenti da fare. Non escludo di farlo in futuro se avrò più tempo o se vedessi che lo studio di tale lingua mi possa essere utile.

Norvegese

Sia mia moglie che io eravamo molto attirati dalla Norvegia, paese che avevamo visitato nel 1995, così, nel 2012, abbiamo iniziato lo studio del norvegese bokmål assistendo anche ad alcune lezioni all'Università.

Nell'estate del 2012 ci siamo recati in Norvegia rimanendo ben 32 giorni a Sandefjord nel Vestfold e trovandoci benissimo. Al ritorno abbiamo continuato lo studio di questa lingua anche leggendo il giornale di Sandefiord (Sandefjords Blad) ed uno di Oslo (Aftenposten), reperibili su Internet.

Purtroppo, nel 2013, mia moglie si è ammalata ed in settembre è deceduta per cui non ho più continuato lo studio di questa lingua ma mi piacerebbe riprenderlo per arrivare almeno a leggere la lingua scritta con una certa facilità.


Tophost Copyright © Andrea Cavallari
Tutti i diritti sono riservati